Informazioni commerciali: in vigore il Codice deontologico

Informazioni commerciali: in vigore il Codice deontologico

Dal 1° ottobre 2016 il “Codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuato a fini di informazione commerciale”, è entrato in vigore. Promosso dal Garante per la protezione dei dati personali e redatto insieme a varie associazioni di categoria, imprenditoriali e dei consumatori interessate. Da domani, le società che offrono informazioni sull’affidabilità commerciale di imprenditori e manager dovranno conformare il…

Garante Privacy: nel 1° semestre 2016 1,9 milioni di euro di sanzioni

Garante Privacy: nel 1° semestre 2016 1,9 milioni di euro di sanzioni

Il telemarketing e l’attività dei call center; i trattamenti dei dati effettuati dai patronati relativamente al 730 precompilato; le concessionarie di giochi on line; alcuni sistemi informativi dell’Istat; le società che si occupano di ristrutturazione del debito. Sono questi alcuni dei settori che verranno interessati dall’attività di accertamento del Garante per la protezione dei dati personali nei prossimi mesi. Nelle scorse settimane l’Autorità ha varato…

Garante Privacy, no a invio newsletter promozionali senza consenso

Garante Privacy, no a invio newsletter promozionali senza consenso

No alle newsletter promozionali senza consenso. È quanto ha riaffermato il Garante per la privacy affrontando il caso di un utente che lamentava la ricezione sulla propria mail di una newsletter a carattere promozionale proveniente dall’indirizzo di posta elettronica di una società che opera nell’e-commerce di articoli medicali. La comunicazione, giunta all’utente dopo l’acquisto on line di alcuni prodotti sul sito della società, era stata…

Jobs act & controllo lavoratori: policy aziendali da rifare

Jobs act & controllo lavoratori: policy aziendali da rifare

Policy aziendale interna da rifare per il controllo sui lavoratori. Le disposizioni introdotte dal Jobs act, o meglio dal decreto legislativo 151/2015, modificando l’articolo 4 del vecchio Statuto dei lavoratori, costringono le imprese a riscrivere i regolamenti interni. Il disciplinare interno è stato previsto dal provvedimento del Garante della privacy del 1° marzo 2007. Ma il Jobs act ha complicato le cose. Questo perché ha…

Via libera del Parlamento UE, la privacy europea è diventata realtà

Via libera del Parlamento UE, la privacy europea è diventata realtà

Voto finale del Parlamento UE che ha portato oggi a compimento un percorso durato più di 4 anni per l’emanazione di nuove regole sulla protezione dei dati personali. Maggiori diritti per i cittadini per creare la fiducia necessaria per l’economia digitale in Europa. Multe fino a 20 milioni di euro o al 4% del fatturato annuo per i trasgressori. Previsione della figura di un responsabile…

Spese mediche nel 730 precompilato: tutela privacy per i contribuenti

Spese mediche nel 730 precompilato: tutela privacy per i contribuenti

I contribuenti italiani devono poter scegliere se far inserire o meno dall’Agenzia delle entrate le proprie spese mediche nel 730 precompilato, al fine di detrarle con la dichiarazione dei redditi. Per far sì che questa facoltà venga conosciuta da tutti, il Garante della privacy ha scritto al Ministero della salute, alle Regioni e Provincie autonome, al Tribunale del malato, alle principali associazioni operanti nel settore…

La Privacy dalla parte dell’impresa

La Privacy dalla parte dell’impresa

La tutela della privacy è un diritto fondamentale della persona e una necessità imprescindibile della società moderna. Tuttavia viene spesso vissuta e interpretata in ambito imprenditoriale come un obbligo burocratico che rallenta o rende più macchinoso il raggiungimento degli obiettivi d’impresa. Ciò anche perché non sempre gli operatori sono a conoscenza delle opportunità e delle modalità semplificate che il Garante ha, nel tempo, indicato per…